[Recensione] Charles Bukowski, Il sole bacia i belli

Il sole bacia i belli. Interviste, incontri, insultiTitolo: Il sole bacia i belli
Autore: Charles Bukowski
Curatore: D.S. Calonne
Traduzione di: S. Viciani
Editore: Feltrinelli
Anno: 2014
ISBN: 9788807491627
Numero pagine: 327
Prezzo: € 18,00
Genere: Interviste
Voto:

Contenuto: “Molti dicono che Charles Bukowski non esista. Una leggenda metropolitana, che dura ormai da anni, afferma che tutte le poesie turbolente da lui firmate in realtà siano state scritte da una vecchia scorbutica dall’ascella cespugliosa.” Così scriveva nel marzo 1963 un giornalista del “Literary Times” di Chicago. Poeta di culto in molti ambienti underground, Bukowski era ancora ben lontano dalla fama mondiale che avrebbe raggiunto in seguito. Quel giornalista non solo scoprì che Charles Bukowski esisteva davvero. Ma verificò di persona che le sue poesie non mentivano, e così i suoi romanzi e racconti. Lo scrittore era davvero parente stretto del personaggio cinico, vitale e sporcaccione che i suoi lettori stavano imparando ad amare. E mentre i decenni passavano e cresceva il seguito di questo poeta alcolizzato, sempre più giornalisti andavano a trovarlo, ascoltavano i suoi racconti, annotavano le sue riflessioni veggenti e stralunate. Questo libro raccoglie i migliori pezzi giornalistici (e non) in cui la viva voce di Bukowski parla di sé. A partire da quella primissima intervista, realizzata cinquant’anni fa in una delle sue proverbiali, maleodoranti stanzette hollywoodiane, per arrivare all’ultima chiacchierata, concessa a bordo piscina nella sua villa di San Pedro, pochi mesi prima di morire.

SULL’ESSERE INTERVISTATO
«È come essere messo all’angolo. È imbarazzante. Così non sempre dico la verità fino in fondo. Mi piace giocare un po’, fare un po’ il  buffone , quindi fornisco molte notizie false per puro intrattenimento e per sparare cazzate. Quindi se vuoi sapere qualcosa su di me, non leggere mai un’intervista. E ignora anche questa».
Charles Bukowski

Continua a leggere

Pubblicato in Bibliofollia, Blog, Recensione 3 stelle e mezza, Rubriche | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

[Recensione] Cronache Infernali

Titolo: Cronache Infernali
Autore: Alessia Bianchini
Editore: Dunwich Edizioni
ISBN:
Fomato: Ebook
Lingua: Italiano
Numero pagine: 122
Prezzo: 2,99 € (ebook)
Genere: Horror
Voto:

Trama: Vi è un mondo celato ai nostri occhi, fatto di spiriti e anime erranti. Non è del Regno dei Cieli che stiamo parlando, ma dell’antro in cui demoni e peccatori dimorano dalla notte dei tempi. Siamo certi che solo i corrotti ne siano designati? E quale sorte spetta a coloro che finiscono fra le fiamme dell’Inferno? 
Demoni, principi maledetti, cacciatori. Tradimenti e passioni si intrecciano fra le pagine di questa storia, tra Terra e Inferi. Nel Bene c’è sempre un po’ di Male, e nel Male è possibile trovare un po’ di Bene? 
A voi l’ardua sentenza.

Continua a leggere

Pubblicato in Recensione 4 stelle | Lascia un commento

[Recensione] L’estate segreta di Babe Hardy

Titolo: L’estate segreta di Babe Hardy
Autore: Fabio Lastrucci
Editore: Dunwich Edizioni
ISBN: 978889836311
Fomato: Cartaceo, Ebook
Lingua: Italiano
Numero pagine: 230
Prezzo: 2,99 € (ebook)
Genere: Horror
Voto:

Trama: La favolosa Hollywood degli anni ’30 si tinge di horror per un contagio ripugnante che si propaga grazie alla promiscuità dell’ambiente cinematografico. Le vittime mostrano un crescente bisogno di sangue, insieme a disturbi della personalità e bizzarri effetti collaterali. 
Potrebbe mai trattarsi di vampirismo? 
Lo sperimenteranno loro malgrado Oliver Hardy e Stan Laurel, trascinati in un incubo che coinvolge illustri colleghi – la “fidanzata d’America” Mary Pickford, l’atletico Douglas Fairbanks Sr. e Bela Lugosi – in una doppia vita da tenere nascosta alla legge, ai giornali e soprattutto al sinistro dottor Rainer Von Herb. 
Tra pedinamenti notturni, profanazioni di tombe, sparizioni e ricatti sventati, le disavventure di Laurel e Hardy attireranno le indagini di un cocciuto tenente di polizia. Il duo incrocerà occultisti dispeptici e truffaldini, criminali di mezza tacca, cacciatori di vampiri e il terribile patriarca Arthur Jefferson, venuto dall’Inghilterra per restituire Stan Laurel al teatro. 
L’azione si mescola all’umorismo nero in una black comedy che omaggia i miti del cinema attraverso una narrazione rapida e vivida. 
Come la finzione del grande schermo, tutto si rivelerà molto diverso da ciò che appare. La spiegazione di ogni cosa giungerà in un convulso faccia a faccia con l’unico uomo a Los Angeles che conosce la vera natura del clan dei “notturni”. 

Continua a leggere

Pubblicato in Blog, Recensione 4 stelle | Lascia un commento

[Recensione] Susanna Costantini – Io sono il tuo dottore

Io sono il tuo dottore

di Susanna Costantini

 

Titolo: Io sono il tuo dottore
Autore: Susanna Costantini
Serie: //
Edito da: Autopubblicato
Prezzo: 14,50 €
Genere: Narrativa
Pagine: 482 p.

Good-Reads-icon 

TramaSan Francisco, 2009. Si conoscono a una festa di nozze, Edward e Michael: quest’ultimo sotto mentite spoglie, ingaggiato da un cliente perché interpreti la parte di suo figlio impossibilitato a partecipare. Il primo è un medico di ventisei anni, specializzando in Medicina Interna, il secondo un prostituto ventiduenne con inclinazioni letterarie e un passato difficile alle spalle, speso tra orfanotrofio, relazioni andate a monte e una fuga da casa. Da quello seguiranno una serie di altri incontri, per volontà o caso fortuito, durante i quali la conoscenza tra i due, estremamente difficile i primi tempi, finirà per diventare una vera e propria amicizia destinata a evolversi in qualcosa di più profondo. Durante questo racconto farete anche la conoscenza dei colleghi di Edward e di altri personaggi interessanti: Amy, Max, Gerard e il suo ragazzo Jamie, illustratore di romanzi gotici; di Colin, padre di Edward e primario dell’ospedale, e di Jake, un tempo compagno di marchette di Michael, a lui legato nell’anima.

 

Immagine5

Recensioneùdi Livin Derevel

Ci sono tante cose che potrei dire anche solo come premessa, a questo libro.
Potrei far presente che le 400 pagine evidenziate lassù nello specchietto sono da prevedere in formato .pdf, quindi in formato A4, quindi in versione digitale .epub oppure .mobi sarebbero circa 800. 800 pagine di romance di tendenza yaoi. Fate vobis.
Continua a leggere

Pubblicato in Bibliofollia, Blog, Recensione 1 stella, Rubriche | Contrassegnato , , , , | 2 commenti

[Recensione] Chelsea M. Cameron – Il mio sbaglio preferito

Il mio sbaglio preferito

Serie My Favourite Mistake

di Chelsea M. Cameron

 

IL-MIO-SBAGLIO-PREFERITO_hm_cover_bigTitolo: Il mio sbaglio preferito
Autore: Chelsea M. Cameron
Serie: My Favourite Mistake #1
Edito da: Harlequin Mondadori
Prezzo: 14,90 €
Genere: New Adult
Pagine: 286 p.

anobii-icon Good-Reads-icon amazon-icon

Trama: Due segreti. Una scommessa. Chi cederà per primo? Fin dal loro primo incontro, Taylor Caldwell non sa se desidera baciare o prendere a pugni Hunter Zaccadelli, il suo nuovo coinquilino. Da una parte Hunter è un affascinante ragazzo dagli occhi blu, irresistibile e pieno di charme. Dall’altra è il tipico bad boy, con la chitarra sempre in mano e il corpo coperto di tatuaggi. Forse è per questo motivo che Taylor ha paura di innamorarsi di lui, non vuole restare scottata e quindi è necessario che Hunter se ne vada… prima che sia troppo tardi. Anche Hunter ha avuto le sue delusioni e i suoi dolori nel passato, ma Taylor ha una risata così sexy e inoltre non gliene fa passare una liscia! Insomma non può darsi per vinto facilmente e le propone una scommessa: se lei riuscirà a convincerlo che lo odia o lo ama sul serio, lui se ne andrà dall’appartamento, lasciandola finalmente in pace. Ma quando il passato riemerge all’improvviso Taylor deve decidere: fidarsi di Hunter confidandogli il suo segreto più nascosto o fare tutto il possibile per vincere la scommessa e allontanarlo per sempre.

Serie Il mio sbaglio preferito

1. Il mio sbaglio preferito, 2014 (My Favourite Mistake)
2. My sweetest escape

Immagine5

Recensioneùdi Livin Derevel

«A me pare che un pugno e un calcio nelle palle sia l’equivalente di una stretta di mano.»

Questa frase spaventosamente brillante vi dà l’idea del registro intellettuale di questa storia.
Senza contare che il verbo avrebbe dovuto essere coniugato al plurale, ma va beh.

Continua a leggere

Pubblicato in Bibliofollia, Blog, Caro Psic, Demenzialmente, Recensione 1 stella, Rubriche | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

[Recensione] Un’estate con Montaigne di Antoine Compagnon

Un' estate con MontaigneTitolo: Un’estate con Montaigne
Autore: Antoine Compagnon
Traduzione di: Giuseppe Girimonti Greco; Lorenza Di Lella
Editore: Adelphi
Anno: 2014
ISBN: 9788845928864
Numero pagine: 136
Prezzo: € 12,00
Genere: Saggistica
Voto:

 

ContenutoQuando, nel 2012, il direttore di un’emittente radiofonica propone ad Antoine Compagnon di parlare dei “Saggi” di Montaigne in una lunga serie di trasmissioni quotidiane della durata di pochi minuti, all’illustre professore del Collège de France l’idea appare subito quanto meno stravagante. Il periodo di programmazione (dall’inizio di luglio alla fine di agosto) e l’orario (intorno a mezzogiorno) sembrano decisamente più adatti ai bagni di mare che non all’ascolto di lezioni su un grande classico della letteratura e del pensiero. La sfida è così arrischiata, e allettante, che Compagnon non osa tirarsi indietro. E il risultato è clamoroso: le trasmissioni ottengono ascolti sbalorditivi, il libro che ne raccoglie i testi, pubblicato un anno più tardi, risulta tra i più venduti della stagione, e i corsi di Compagnon al Collège de France registrano un’affluenza inusitata. Ma tanto successo ci apparirà tutt’altro che sorprendente non appena ci inoltreremo nelle pagine di questo incantevole vademecum, dove Compagnon, coniugando leggerezza e profondità, attraverso il commento a quaranta brevi passi dei “Saggi” ci condurrà all’interno di un’opera senza tempo come i temi di cui discorre, le cose della vita: dall’amore all’amicizia, dalla morte alla vanità, dalla bellezza alla malattia.

Recensione: In un saggio contenuto nella raccolta Alfabeti, Claudio Magris scrive:

Un’onesta e fedele divulgazione è la base di ogni seria cultura, perché nessuno può conoscere di prima mano tutto ciò che sarebbe, anzi, è necessario conoscere. Tranne pochi scrittori che riusciamo ad approfondire, tutta la nostra cultura è di seconda mano: è impossibile leggere tutti i grandi romanzi della letteratura universale.

Aggiungerei che leggerli anche una volta sola non basta.

A meno di pretendere che ciascuno, nel corso della propria esistenza, si legga integralmente almeno 5-10 mila opere, non possiamo che trovarci d’accordo con questo assunto. Se si pretendesse di leggere tutti i classici, dall’inizio alla fine, non credo vi sarebbe tempo per altro. Continua a leggere

Pubblicato in Bibliofollia, Blog, Recensione 3 stelle e mezza, Rubriche | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

[Recensione] Il portatore di corni di Fabrizio Corselli

Titolo: Il Portatore di Corni – Saga dei Regni del Nord
Autore: Fabrizio Corselli
Editore: La Mela Avvelenata
ISBN:  9788898394937
Fomato: E-Book
Lingua: Italiano
Numero pagine: 173
Prezzo: 2,99 €
Genere: Poema Epico
Voto:

 

Trama: Brienjern Hollfarris è un poeta-guerriero che, affiancato dalla sua fidata ciurma di arcieri tevarrin e dai suoi due grandi amici — Hengherest, un manipolatore di rune, e Wurthan, un guerriero dei lupi — solca i mari delle terre del Nord in cerca d’avventura e ricchi tesori da saccheggiare. Salpato dal porto di Norgrad con la sua Antjria e un altro manipolo di quattro adrimar, le navi-drago, Brienjern Hollfarris si spinge a Ovest, oltre il mare di Skjrd, nel tentativo di ricercare l’isola di Belphrag, ove ha sede l’Hyrfwald, “La grande Sala dell’Idromele”. Un luogo denso di pericoli, minaccioso perfino agli occhi di un guerriero esperto, lì dove lo spirito del valoroso combatte per l’eternità a fianco dei grandi eroi. Quali indicibili segreti si celano negli abissi di quell’isola e quali terrificanti insidie dovrà superare il poeta guerriero perché il suo fato si compia? Un’ardua sfida che metterà a dura prova non solo le sue capacità di comandante, ma anche i suoi fidati strumenti di morte: i berenhollern, i “corni delle rune” di cui egli è depositario per volontà degli antichi draghi. “Il Portatore di Corni — Saga dei Regni del Nord” è un poema dark fantasy a carattere epico che trae ampia ispirazione dalle saghe islandesi e dai miti norreni, rielaborandone il linguaggio poetico in un unicum d’eccezione. Un’opera che, nella migliore delle tradizioni della poesia vichinga, nasce come commistione di due temi portanti: l’Amore e la Guerra. Che il lettore si prepari a un’avventura senza eguali!

Continua a leggere

Pubblicato in Blog, Recensione 4 stelle e mezza | 1 commento

[Recensione] Il passo del ragno di Gabriella Grieco

Il passo del ragnoTitolo: Il passo del ragno
Autore:
 Gabriella Grieco
Editore: Lettere Animate
Anno: 2014
ASIN: B00OPJQCK4
Lingua: italiana
Formato: Kindle
Dimensioni: 221 Kb
Prezzo: € 1,49

Voto:

 

TramaMarila e Francesco si incontrano, si piacciono, si sposano. Una vita semplice e tranquilla. In apparenza. Un passato poco chiaro influisce sul presente e sugli altri personaggi: il Ragno, l’ombra e la mosca. 
Sola una cosa è chiara: il Ragno è un assassino, la mosca è la sua vittima. E l’ombra? L’ombra è fumo… 
Il lettore viene trasportato nell’inferno in cui lentamente si trasforma la vita dei due protagonisti, ma fino all’ultimo, fin quando il Ragno non si svelerà in tutta la sua rabbiosa violenza, ne ignorerà il perché.

Recensione: Raccontare la trama di un thriller senza rischiare di dire una parola di troppo è impresa assai imprudente, soprattutto quando, com’è giusto che sia, la storia si gioca nel finale che giunge inaspettato terrificante.

Non ci si può limitare a dire che si parte da una certa premessa per giungere al ribaltamento della situazione iniziale creando l’effetto. Né appare sufficiente precisare che a lettura ultimata è irresistibile la tentazione di scorrere tra le righe quei passaggi che, col senno di poi, assumono ben altro significato.

Indossiamo volentieri la veste di provetti investigatori, a inseguire tracce, segnali, indizi di ciò che ignoravamo e di ciò che, spudoratamente, ci veniva offerto sotto mentite spoglie. A confondere le acque è la semplicità del racconto: pochi i personaggi, pochi gli eventi, nulla che trascenda una vita ordinaria in un paesino in cui si conoscono tutti.  Anche il lettore più distratto è tenuto a bada e irretito dai disegni dell’autrice. Continua a leggere

Pubblicato in Blog, Recensione 3 stelle e mezza | Contrassegnato , , | Lascia un commento

[Comunicato stampa] Le nuove uscite della Factory Editoriale I Sognatori

La Factory editoriale i Sognatori, primo e (attualmente) unico esempio di casa editrice co-gestita da scrittori, scrittrici e addetti ai lavori, è lieta di segnalare

le pubblicazioni di novembre:

L’innumerevole fermento, di Verdiana Maggiorelli

Raccolta di racconti con tre ingredienti principali: Oriente, umorismo e femminilità. Le dodici novelle contenute nel libro inscenano situazioni divertenti o (più spesso) grottesche e paradossali, tra ottuagenarie vogliose, uomini che si fanno spellare economicamente da corsi pseudo-spirituali, scrittori condannati a morte per non aver cantato l’Inno, persone comuni che devono fingersi scrittori del passato per amore, misteriose donne occidentali in piena India, sesso a buon mercato spacciato per amore cosmico, pecore che sbucano dal nulla nel pieno centro di una metropoli e molto altro ancora. Consigliato a chi subisce il fascino della filosofia e della spiritualità orientali. Chi non prende troppo sul serio la ricerca del trascendente, però cerca. La letteratura femminile. La letteratura femminile che sa prendere in giro tutti, donne comprese. Chi sa cogliere un nesso tra ballare un ballo sfrenato e leggere un libro spassoso.

Per un corposo assaggio vedi qui

La terra degli orsi, di Alessandra Favilli

Romanzo mainstream che incrocia le vicende di tre personaggi diversi (un’orsa, una donna vissuta nell’Ottocento e una giovane biologa dei giorni nostri) alle prese con le difficoltà della vita, ognuna nel proprio contesto storico e ambientale. Tre caratteri volitivi, in grado di superare – chi istintivamente e chi dopo un duro percorso esistenziale – le difficoltà disseminate sul proprio percorso. Consigliato a chi ama le atmosfere e i messaggi ecologisti della produzione di Dino Buzzati, i romanzi che incastrano vicende diverse e lontane nel tempo, i romanzi curati in maniera certosina sotto il profilo della ricostruzione storica, a chi ama ama gli animali ma non sopporta i romanzi che li umanizzano troppo, a  chi si identifica nelle lotte civili portate avanti storicamente dalla parte migliore della società, e ritiene dunque doveroso non abbassare mai la guardia nei riguardi di temi quali la violenza sulle donne, la tutela dell’ambiente e la salvaguardia degli animali.

Per un corpo assaggio vedi qui

I volumi sono stati debitamente presentati dall’editore nel blog ufficiale della Factory, chiunque gradisse ricevere maggiori informazioni può leggere dunque il seguente articolo:

http://isognatoriedizioni.wordpress.com/2014/11/18/pubblicazioni-di-novembre/

Le pubblicazioni di dicembre:

Necroniricon di Andrea Bernerschi

Si tratta di una raccolta di racconti inquadrabile nel genere horror, ma ricchissima di sfaccettature. Si va dal thrilling allo splatter umoristico, dal fantastico puro al fantahorror, dal dark fantasy al post-apocalittico, fino a raggiungere i territori cari all’horror concettuale. I racconti sono ambientati nel passato (specie nel Medioevo), nel presente (specie in Italia) e in un futuro che vi augurerete di non conoscere mai (specie quello di “Zona arida” e “Social Killer”). Consigliato a tutti gli amanti dell’horror, ovviamente, ma si tratta di una raccolta troppo eterogenea per poter restare nei margini della narrativa di genere (ci rientra ma straborda). Va quindi consigliata a chi apprezza l’horror incrociato con la SF di Matheson, quello a tinte forti di Barker, quello splatter-surreale di Lansdale e quello malinconico – ma di concetto – caro al nostro Tiziano Sclavi. Evidente, inoltre, l’influsso della poetica romeriana e del fantastico puro. Globalmente la raccolta è destinata a tutti coloro che apprezzano, della letteratura horror, non solo la sua capacità d’intrattenere ma anche e soprattutto la sua funzione catartica: quella che ci permette di vedere la realtà con scetticismo e di preferirle, con somma soddisfazione, i mostri e i pericoli che si annidano in un buon libro.

Per un corposo assaggio vedi qui

Infine  SB 15395 – Storia di un redattore di Andrea di Meo

È un romanzo di genere fantastico che però s’incrocia (in maniera singolare e decisamente affascinante) col giallo e col romanzo psicologico. Da rimarcare la presenza di sfumature fiabesche. La trama ruota attorno ai simpatici e infaticabili “redattori”, esseri minuscoli e invisibili chiamati a descrivere in un diario la giornata dell’individuo a loro assegnato, in ogni minimo particolare. Il redattore al centro del romanzo, SB, segue la giornata numero 15395 di Simone Bennati, tranquillo funzionario e padre di famiglia che – a un certo punto – si troverà invischiato in una cupa vicenda di traumi e vendette. E con lui, il suo redattore.
Sullo sfondo, a conferire spessore concettuale, profonde riflessioni sul tempo che scorre e sui ricordi che svaniscono. Consigliato a chi ama le storie fantasiose e ricche di mistero. A quelli che apprezzano la contaminazione letteraria, e passano senza problemi da un libro di Calvino a uno di Simenon. A chi pretende da un romanzo originalità, intrattenimento e riflessioni degne di nota. A chi è stanco delle solite favolette. A quelli che, con la scusa di accompagnare i figli, si precipitano al cinema per godersi l’ultimo film targato Pixar o DreamWorks.

Per un corposo assaggio vedi qui

I volumi sono stati debitamente presentati dall’editore nel blog ufficiale della Factory, chiunque gradisse ricevere maggiori informazioni può leggere dunque il seguente articolo:

http://isognatoriedizioni.wordpress.com/2014/12/11/pubblicazioni-di-dicembre/

ed eventualmente inviare una mail all’indirizzo

info@casadeisognatori.com

Copertine di Francesca Santamaria

 

Pubblicato in Blog, Comunicati nuove uscite, Comunicati stampa | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

HiW: How it Works? I motori a combustione interna

Popolo nerdico, assidui frequentatori e non, bentrovati! Dopo un certo periodo di latitanza, torna con il secondo appuntamento la rubrica che cerca di spiegare, in termini semplici e comprensibili, come funziona ciò che ci circonda. Oggi l’appuntamento riguarda un oggetto fondamentale nelle nostre vite, qualcosa con cui tutti siamo entrati in contatto e che da oltre un secolo funge da supporto alla nostra intera civiltà: Il motore a combustione interna!

 

Uno “spaccato” di motore Corvette

Prima di iniziare però vorrei fare un preambolo. Molti considerano la meccanica, più precisamente la motoristica in questo caso, un “mestiere” da grezzoni sporchi di olio con tute integrali. Mi sono scontrato più di una volta su questo punto con molte persone e non finirò mai di ripetere che c’è di più oltre allo stringere bulloni. Un motore, di qualsiasi tipo, è un delicato equilibrio di forze ed energia, una mescolanza di leggi matematiche, fisiche e chimiche. Ogni organo di cui è costituito deve lavorare in sincrono con tutti gli altri per far si che prestazioni ed efficienza siano massimizzate. Oltre a questo è da sfatare il mito secondo cui la meccanica richiede forza ed è per soli uomini, poiché intraprendendo questo mestiere la forza pian piano si crea a prescindere, ma non è comunque necessaria, tutt’altro molte volte è necessaria molta delicatezza e assoluta precisione.

Detto questo partiamo con le domande, quelle che aiutano a portare avanti in modo semplice il tema!

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Articoli scelti, Blog, Science! | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

HiW: How it Works? L’elettricità.

How it Works – Come funziona? Una domanda che un vero nerd© che si rispetti si pone spesso, chiedendosi come il mondo che lo circonda funzioni e vada avanti. Con questa piccola rubrica voglio illustrare in maniera semplice il funzionamento di ciò che ci sta attorno e ormai diamo per scontato oppure di cose che abbiamo visto raramente, chiedendoci “Come diamine farà a funzionare?”

Come primo capitolo ho pensato di partire dalla base più base, descrivendo il funzionamento di una delle risorse più sfruttate e usate degli ultimi cento anni: l’elettricità. Senza di essa il mondo moderno non esisterebbe, saremmo ancora fermi al 1880 quando tutto andava (gloriosamente, lasciatemelo dire) avanti grazie alla forza bruta della meccanica leggera e pesante. L’elettricità è tutta intorno a noi: nell’aria, nei computer e negli smartphones, muove automobili e treni, ma come fa a fare tutto e soprattutto, come viene generata?

 

IT’S SCIENCE TIME!

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Articoli scelti, Blog, Science! | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Il deep Web, AkA “L’internet che non conosci”

Il deep web. Navigando in rete prima o poi un buon nerd© si imbatte in queste due parole, magari si interessa, fa qualche ricerca e scopre una verità sconcertante, riassumibile in toto nell’immagine sottostante

Il deep web in un'immagine.

Se siete culopesi o non avete aperto l’immagine, cogliendo comunque il significato, ecco un piccolo sunto: solo il 4% (circa) di tutti i documenti del WWW si trova in chiaro, accessibile a tutti gli utenti. Non che il restante 96% sia oscurato, semplicemente è più difficile da raggiungere.

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Blog | Contrassegnato | Lascia un commento

Motore di rivoluzione: il vapore e sue applicazioni – il motore a vapore

S’ode in lontananza il suo rumore, come di un sommesso sbuffare unito a un continuo fischio di metallo che scorre contro metallo, grasso fuso e olio che sfrigolano, scatti e clangori di molle e valvole. Sporco, grigio come il fondo di un calderone e con fiamme che escono da una grata come un forno. È una bestia che divora e brucia, i muscoli di ferro e di acciaio muovono città e montagne.È portatore di rivoluzione, il motore a vapore, ma il prezzo della sua fame esigerà ben più di alberi e carbone.

Marty!! Il bussolotto rosso dovevi metterlo per ultimo!!

Popolo di Scrittevolmente e utenti random di ogni dove, bentrovati! Ancora una volta si torna a parlare di steampunk, fra realtà e finzione, con il proseguimento a Questo articolo, nel quale illustravo brevemente la storia del motore a vapore, con un piccolo glossario tecnico conclusivo. Perché il glossario? Perché oggi ci addentreremo nel mondo dei motori a vapore in modo tecnico, analizzando da vicino il loro funzionamento.

Una piccola premessa però, non analizzeremo ogni modello a partire dalla pompa Savery, partiremo direttamente dal modello di Watt e sue successive derivazioni.

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Articoli scelti, Blog, Science! | Contrassegnato , | Lascia un commento

Di steampunk e di biodiversità

Nerd di ogni dove, amanti della poltrona e genti con il controller sagomato sulle mani a furia di sudore e secrezioni varie bentrovati ad un nuovo appuntamento con Hush e l’anacronistico mondo steampunk!

Nella puntata di oggi parleremo della “biodiversità” del sottogenere steampunk, poiché si, nonostante sia un sottogenere lui stesso ha al suo interno altri sottogeneri simili.

Ovviamente tutti queste possibilità alternative hanno sempre lo stesso filo conduttore, tecnologia puramente meccanica molto avanzata in un contesto storico anacronistico.

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Articoli scelti, Blog | Contrassegnato , | Lascia un commento

The Wheel: un corto steampunk style

“The Wheel”, la Ruota, perno del corto.

 

Amici del vapore, bentrovati! Oggi qui per un nuovo appuntamento con tutto lo steampunk del web! Brevemente oggi parleremo di The Wheel, un piccolo corto di circa 15 minuti in puro steam-style, uscito durante un festival statuintense.

Il corto, molto steam-pulp negli effetti visivi e nella presentazione, narra la storia di una famiglia a cui viene dato un compito: mantenere in rotazione questa ruota che tiene in equilibrio il mondo intero. Se venisse fermata? Scenari alla fallout 3 garantiti. Protagonisti della vicenda sono fratello e sorella: Holster, il che giovane vediamo nell’immagine di testa, a cui il padre tramanderà tutti i segreti della ruota e le regole per farla funzionare a dovere; ed Ellie, la sorella da cui il padre mette in guardia Holster. Perché mai dovrebbe farlo? Semplice, perché lui avrà uno scopo nella vita e lei no.

Continua a leggere

Pubblicato in Approfondimenti tematici, Blog, Film & Show | Contrassegnato , | Lascia un commento